Comune di Montecalvo in Foglia
Provincia di Pesaro e Urbino

Premio Letterario Metauro


Il Premio da più di 10 anni ha selezionato e premiato la migliore produzione poetica contemporanea nazionale La manifestazione si distingue per il coinvolgimento di un’ampia “giuria popolare” che legge i libri selezionati e li vota.

 

Il Premio Letterario Metauro di Urbania e dell’Alto e Medio Metauro è sostenuto dalla Comunità Montana Alto e Medio Metauro e i suoi nove comuni, dalla Regione Marche, dalla Presidenza del Consiglio Regionale, dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dalla Biblioteca Comunale di Urbania.

 

Il Premio è itinerante, si svogle annualmente a rotazione in uno dei nove comuni della Comunità Montana Alto e Medio Metauro: Borgo Pace; Fermignano; Mercatello sul Metauro; Montecalvo in Foglia; Peglio; Petriano; Sant'Angelo in Vado;  Urbania; Urbino.

 

Il Premio Metauro si è posto, fin dalla nascita nel 1994, l’obiettivo di divulgare e sensibilizzare, in particolar modo tra i giovani, la cultura e la lettura della poesia, riuscendoci con successo.


UN SUCCESSO la XVI Edizione del Premio Letterario Metauro a Montecalvo in Foglia (14-11-2009)



Dopo un’accurata selezione decretata dalla giuria tecnica composta dal poeta Umberto Piersanti, Eugenio De Signoribus (poeta), Bianca Garavelli (scrittrice e critica letteraria), Feliciano Paoli (direttore del Museo Civico e Biblioteca di Urbania), Paolo Ruffilli (poeta) ecco di seguito la sintesi letteraria e biografica che fornisce il poeta Piersanti dei quattro finalisti:

  • Alessandro Mosce’ con "Stanze all’aperto" (Moretti e Vitali). E’unapoesia essenziale strettamente legata ai luoghi della sua origine e delle sue vicende. C’è il mare Adriatico con le ragazze che passeggiano, le stagioni che trasmutano una nell’altra. Moscè è attento a raccogliere momenti di vita, è un grande osservatore del quotidiano. Ci sono i luoghi di Fabriano, il caffè sport con gli amici e insieme il dialogo con gli scomparsi che interrompono questa quotidianità.
  • Nicola Vitale con "Condominio delle sorprese" (Aragno) Dietro il nostro tempo spettacolare e rumoroso il poeta coglie i sensi di inquietudine e dell’incertezza. Ci sono alcune parole come corpo, casa, tetto, che ritornano come costanti a raccontarci i grandi temi, centrali nella sua poesia, senza mai enfasi e retorica con una dimensione lombarda che attutisce le tonalità senza perderne l’intensità.
  • Sebastiano Grasso con "Tu, in agguato sotto le palpabre" (Es). E’ un eros sontuoso raffinato; un lungo canzoniere d’amore dedicato ad una sola donna, Giuliana. Un continuo viaggio, una grande ricerca e attesa. Nel canzoniere d’amore prende alcune mosse il tu: un corpo presente quello dell’amata e la sensualità anche la più intensa non prende mai toni eccessivi.
  • Emilio Coco con "Il dono della notte" (Passigli). E’ un canzoniere d’amore e di morte. Un libro dedicato agli ultimi giorni della vita del fratello. E’ una poesia diretta che non teme il rapporto con le emozioni e con il sentimento.

La giuria popolare composta da un centinaio di persone provenienti dai nove comuni della Comunità Montana dell'Alto e Medio Metauro, dai 14 ai 90 anni, appartenenti alle diverse categorie sociali, ha decretato il vincitore dell'edizione 2009 che è Emilio Coco. Nel corso della serata è stato assegnato da parte del presidente della CM, Gabriele Giovannini, il premio attribuito a personaggi locali che si sono distinti in questi anni in diversi campi: Guerrino Bonalana, presidente del Sistema Turistico Locale Urbino e Montefeltro e ad Alfio Bellazzecca, presidente Pro Loco di Montecalvo in Foglia.

Durante la manifestazione il professor Ilvo Diamanti ha ricevuto un riconoscimento speciale per avere dato lustro al nostro territorio con il suo instancabile attivismo in campo politico, sociale, letterario ed economico.

Ilvo Diamanti è professore di Scienza Politica all’Università di Urbino dove dirige il laboratorio di Studi Politici e Sociali. Da molti anni tiene un corso di Sistemi Politici Comparati alla seconda università di Parigi Pantheon-Assas. I suoi interessi di studio si concentrano sui nuovi soggetti politici in Italia, la questione settentrionale e le fratture territoriali, il tema delle generazioni, l’identità e la cittadinanza in Europa. Collabora, come editorialista e analista di fenomeni sociopolitici, al quotidiano “La Repubblica”. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: “La Lega”, “Il male del Nord”, “La generazione invisibile. Inchiesta sui giovani del nostro tempo” e “Politica all'italiana. La parabola delle riforme incompiute”.

Il Presidente commissario Gabriele Giovannini dichiara: “in un momento in cui il sistema politico sta attraversando un’epoca di grande incertezza e di mutamento in cui i valori portanti della nostra democrazia sembrano essere messi in discussione, desideriamo premiare una personalità di rilievo che riesce in maniera limpida e precisa a cogliere e descrivere, con grande destrezza ed obiettività, problematiche sociali e politiche e nuove soluzioni, opportunità e scenari per le future generazioni. Siamo onorati che questo Premio venga consegnato ad luminare della politica che da lustro all’Ateneo urbinate e al nostro territorio”.

© 2005-2017 Comune di Montecalvo in Foglia - Gestito con docweb - [id]